mercoledì 20 gennaio 2010

Carrè di agnello in crosta d'erbe con salsa al vino rosso

Carrè d'agnello in crosta d'erbe con salsa al vino rosso

Nel fine settimana, quando ho a disposizione un intero pomeriggio casalingo, mi piace dedicarmi a quei piatti che durante la settimana sarebbe impossibile preparare.....e così... dopo aver comprato due bellissimi carrè di agnello, ho sperimentato questa ricetta.....
la fonte è il volume sulle carni bianche di "Cucina ci penso io" a cura del Gambero Rosso.

Ingredienti:

carrè di agnello privato di grasso e pelle
erbe essiccate (timo, maggiorana, rosmarino e salvia)
50 gr. burro
80 gr. parmigiano grattugiato
40 gr. pangrattato
1 grosso uovo
1 porro
2 spicchi di aglio
700 ml. vino rosso
10 gr. maizena
3 cucchiai di olio extravergine di oliva
sale e pepe

Dividere il carrè in porzioni individuali da tre o quattro costolette.
Lasciar ammorbidire il burro a temperatura ambiente, poi frullarlo con il parmigiano, il pangrattato,2 cucchiai di erbe miste e l'uovo; pepare abbondantemente.
Rosolare i pezzi di carrè in una teglia da forno con l'olio, il porro tagliato a pezzi e l'aglio intero.
Scolare la carne, asciugarla, tamponandola con carta da cucina e spalmarla con il composto alle erbe preparato.
Regolare di sale, rimettere in teglia e infornare a 210° per circa 15 minuti.
Togliere la carne e tenerla al caldo.
Spostare di nuovo la teglia sul fornello ed unire il vino al fondo di cottura della carne, farlo ridurre di 1/3 a fiamma vivace.
Schiacciare bene le verdure con il dorso di un cucchiaio e aggiungere la maizena stemperata in 200 ml di acqua freddissima e lasciar sobbollire per 15 minuti.
Passare tutto a setaccio e regolare di sale.
Versare la salsa a specchio nei piatti e disporvi i pezzi di carrè.

Considerazioni: ho avuto qualche difficoltà a far aderire il composto alle erbe alla carne già cauterizzata, pensavo la prossima volta di provare ad impanarla prima di rosolarla.
Stampa il post

22 commenti:

  1. Buona giornata! divino anche se la preparazione mi sembra laboriosa....approvo le tue considerazioni....prima dovrebbero aderire meglio ciao Luisa

    RispondiElimina
  2. E' davvero molto invitante questo carrè di angello, fantasica la panatura alle erbe e parmigiano. Secondo me per farla aderire meglio potresti ungere con un pò di olio la carne già sigillata, prima di impanarla.
    Baci
    fra

    RispondiElimina
  3. posso fare la scarpetta????
    Quel suchettino lì è veramente invitante.

    RispondiElimina
  4. magari sughettino... ops!!!

    RispondiElimina
  5. Davvero elegante questo piatto! la salsa al vino per accompagnare un piatto gustoso e dal sapore erborinato!
    bravissima!
    baci baci

    RispondiElimina
  6. Che bel piatto! sono sempre alla ricerca di nuovi modi di cucinare l'agnello, dato che qui da me e' la carne piu' diffusa...grazie ;-)

    RispondiElimina
  7. Denver direbbe così in questi casi: "OH MAMMA SAURA!"
    appena ho visto la foto il mio stomaco a borbottato qualcosa tipo: "allora? quando la finiamo di sfottere? o mandi giù qualcosa o la smetti di cazzeggiare sui foodblog!"

    RispondiElimina
  8. che ricetta chic.....ho appena visto una gelatina la lambrusco, e ora la tua bella salsa al vino rosso....veramente originale....baci e buona giornata

    RispondiElimina
  9. Un piatto delizioso!!
    Baci, Laura ;)

    RispondiElimina
  10. adoro l'agnello e ho da poco sperimentato una nuova ricetta che merita ma sperimenterò anche la tua che mi ispira moltissimo. Grazie

    RispondiElimina
  11. e' veramente bellissimo, raffinato e gustoso!

    RispondiElimina
  12. Mi intriga molto come condimento e procedimento, unico neo è l'agnello che nn mangio volentieri, si può sostituire con un altro tipo di carne?
    Complimenti per la preparazione del piatto, è degno di uno chef!!
    Baci Maddy

    RispondiElimina
  13. Che meraviglia. Sembra buonissimoooooo! e poi la presentazione è molto semplice ed elegante. Brava!

    RispondiElimina
  14. Luisa...è meno complicata di quello che sembra...credimi ;)
    grazie mille!

    Fra...è stato proprio l'unto a crearmi problemi...:-/---.devo fare un po' di prove ;)
    un bacione

    Alem...accomodati pure ;)

    manuela e Silvia...grazie infinite!
    bacioni

    Stefania...grazie a te! ;)

    Cuochella...ahahahah...a dieta eh?! ;))
    bravissima, continua così ;**
    Besos

    Elena...siii bella la gelatina di Simo!;)
    Grazie mille
    bacioni

    Laura...grazie mille!
    Bacio

    Ale...grazie infinite!

    Iana...sei un tesoro.
    grazie!

    Maddy....gentilissima come sempre....prova con il pollo ;)
    Bacioni

    Alessandra....grassieeee ;))

    RispondiElimina
  15. Brava Antonella, piatto buonissimo e spiegazioni sempre chiare! GNAM!

    RispondiElimina
  16. Ci piace uguale, anche con poca panatura :-D

    RispondiElimina
  17. anche se a casa mia,purtroppo nessuna mangia l'anello,il tuo piatto cosi bello mi fa venire voglia di provarlo,ciao!!

    RispondiElimina
  18. Mmmm altro modo molto originale di cuocere l'agnello (che io personalmente non amo molto).. Brava come sempre :-))))) bacioni

    RispondiElimina
  19. Cara Antonella, questo è esattamente un tipo di preparazione di agnello che mi piace di più! A trovarlo, questo carré così polposo...
    E... grazie per tutte le tue parole, sono davvero importanti per me!
    Un bacione

    RispondiElimina
  20. Barbara...grazie mille!
    Smackkk

    jajo...meno male ;)

    Nicole...woowwww...sono contenta ;)

    Claudia...grazie!!!
    Smack

    Giulia...la prossima volta te lo faccio prendere da Vincenzo ;)
    Un bacione grande grande!

    RispondiElimina
  21. caspita il carré d'agnello!! .. mica cosa da tutti i giorni! E ci credo che bisogna ritagliarsi del tempo per preparare piatti simili. Ma ne vale la pena di aspettarlo, quel tempo ;) complimenti Anto!

    RispondiElimina
  22. Grazie infinite..sei gentilissima.:)

    RispondiElimina