lunedì 22 giugno 2009

Pane tipo zoccoletti........veloce veloce!



Nonostante abbia dichiarato più volte il mio amore per la pasta madre.......
non disdegno affatto il lievito di birra.....anzi..... ne ho sempre una bella scorta in frigo, per una pizza al volo, o anche per panificare....
magari le mafaldine, il pancarrè da tenere sempre pronto per le merende dei miei figli, i nodini, sfiziosissimi per un aperitivo, il pane arabo....ecc...ecc..
e così....giorni fa', quando mi è capitato di rimanere senza pane.....ho testato gli zoccoletti invitantissimi che avevo visto nel blog di Serena........
la ricetta è tratta dal blog : La cucchiarella
praticamente è una sorta di pane senza impasto, ma a lievitazione rapida, l'unica differenza, infatti, sta nella quantità di lievito e nell'utilizzo di sola farina 00 che essendo molto più leggera delle altre, aiuta l'impasto a "levare" in fretta. Inoltre non è necessario fare pieghe.....


Prima della ricetta, volevo dirvi una cosa a proposito dell'acqua tiepida, più volte richiesta nelle ricette per il pane.....
L'acqua non deve essere molto calda, pena, l'uccisione dei lieviti, e nemmeno troppo fredda...
Esiste addirittura una regola empirica per stabilire la giusta temperatura dell'acqua ed è conosciuta come:
regola del 70

Se la temperatura dell'aria è di 20 gradi, quella della farina, sarà di circa 19 gradi, sommando si arriva a 39, di conseguenza, la temperatura dell'acqua dovrà essere di 31 gradi.
20+19+31=70
Non c'è bisogno comunque di misurare la temperatura con il termometro, ma si può andare ad occhio considerando che l'acqua dovrà essere appena tiepida e cioè più sul freddo che sul caldo, e se la temperatura esterna e più fredda, l'acqua dovrà essere più tiepida ;)

ed ora torniamo agli zoccoletti...a proposito... a Roma si chiamano cazzotti :D


Ingredienti:

500 gr. farina 00
12 gr. lievito di birra
1,5 cucchiaini di sale
1 cucchiaino di malto d'orzo
370 ml. di acqua tiepida

Sciogliere il lievito nell'acqua con il malto. In una grande ciotola, mettere la farina, setacciata con il sale e unire il liquido, mescolando solo con l'aiuto di una forchetta.
Otterremo un impasto grezzo ed appiciccoso.....deve essere così! ;)
spolverare la superficie di farina e coprire la ciotola con pellicola. Lasciar lievitare per 90 minuti.
15 minuti prima della fine della lievitazione, accendere il forno a 240° con dentro la leccarda.
Trasferire delicatamente l'impasto sul piano di lavoro, con la parte della farina verso l'alto e con l'aiuto di una spatola, tagliarlo prima in due, poi ogni parte in quattro
spostare delicatamente i pezzi sulla leccarda bollente aiutandosi con una spatola
cuocere fino a doratura (30 minuti)
lasciar raffreddare
Stampa il post

24 commenti:

  1. che bel pane! brava antonella :-)

    RispondiElimina
  2. buonissimo!! complimenti!!!

    RispondiElimina
  3. Veloce veloce! Bella idea!
    Curiosa questa regola del 70! Devo dire che è utilissima! Bacio

    RispondiElimina
  4. wow, interessante questo pane, lo provo oggi!

    RispondiElimina
  5. Il pane fatto in casa non ha paragoni!!
    Grazie per i nuovi consigli e il calcolo della temperatura!!

    RispondiElimina
  6. Miiii...Anto ma siamo telepatiche, ieri l'ho fatto pure io questo pane, però a forma di filoncini!!!!!!!
    A mio marito (detto il difficile) sono piaciuti un sacco!
    Bacioni

    RispondiElimina
  7. Ciao! mamma quanto ci piace questo pane! ed è riuscito proprio bene!!
    bacioni

    RispondiElimina
  8. eccolo quaaaaaaaaaa!!
    sono invidiosissima! che buconi!! meraviglioso anto!! :-*

    RispondiElimina
  9. Bè.. sei brava pure con lievito di birra! ahahahaahahahaha :-)))))) bacioni..

    RispondiElimina
  10. Questi panini sono splendidi e hanno una crosta così scrocchiarella!!!
    Un bacione
    fra

    RispondiElimina
  11. Antoooo che bello questo pane , sei bravissima :)

    RispondiElimina
  12. nooooo troppo buoni, bravissima!!!!

    RispondiElimina
  13. Sono buonissime croccanti e fragranti, proprio una bontà, soprattutto coi pachino spadellati pieni di sughetto....

    RispondiElimina
  14. Fantastico questo pane!
    E senza planetaria!!! Così posso cimentarmi pure io :))

    RispondiElimina
  15. Che bello questo pane...io questa settimana non volendo un altra delusione....con il lievito madre ho fatto una chiocciola...è uscita benissimo se voui vederla è sul blog sabato riprovo con il pane....la regola del 70 non la conoscevo me la segno...ciao Luisa

    RispondiElimina
  16. Anto ma stai facendo concorrenza ad un panificio...ti vengono dei pani spettacolari e ottimi...bravissima...già ti immagino vestita di bianco con la cuffiettina ed in nasino sporco di farina!!!! Bellisiima..ehehehhe...un bacio Lidia

    RispondiElimina
  17. allora siccome come al solito sono un po' esaurita/svampita, non ricordo se ti ho detto che ho provato il pate' di mandorle e le tue macine...eccezzionali entrambi!a casa hanno riscosso molto successo!e per questo pane lo provero' presto, tanto lo sai che per me sei diventata una garanzia...ciao ciao sly

    RispondiElimina
  18. che bel pane.......è da provare quanto prima!!
    bravissimaaaaa.....ciaoooo

    RispondiElimina
  19. Eccomi ragazze...non sono sparita, sto facendo dei lavori a casa e nel frattempo a mio figlio è venuta una brutta influenza con febbrone :(...sono indaffaratissima....
    vi ringrazio tutte di cuore e al più presto verrò a trovarvi nei vostri blog ;))
    Silvia...sapevo del patè, ma non delle macine....ne sono felice!!!

    Un bacio a tutte e a presto!

    RispondiElimina
  20. Ciao Antonella,anche io sono di Roma.Il tuo blog è bellissimo complimenti,anche io ho la passione per la cucina e sopratutto per il pane.Ho fatto i cazzotti e sono venuti buonissimi!!Con molto piacere mi sono unita al tuo sito,passa da me che ho un piccolo regalino per te,ciao alla prossima ricetta

    RispondiElimina