giovedì 19 febbraio 2009

Datteri di carnevale


Quando ho saputo della raccolta di Carolina riguardo le ricette di carnevale,ci ho subito pensato.
Mi ha insegnato a farli mia cognata poichè oltre ad essere originali sono anche molto buoni.
Lei li chiama : "coriandoli"....ma dopo anni che giro nel web e compro riviste di cucina, non mi è mai capitato di trovarli.....possibile che nessuno li conoscesse???
Eppure.... molte mie amiche usano prepararli......ognuna chiamandoli in modo diverso.... non vi dico come .....ma la mia pasta di qualche giorno fa arrossirebbe! :D :D
Stasera, parlandone con mia madre e con una sua amica ho scoperto un altro strano nome : "datteri", e così ho digitato su google e grazie al commento di Baby sono arrivata nel blog di Blunotte che... li chiama: " arancini"! :D
La ricetta è simile, cambiano un po' le quantità.....ma la sostanza è la stessa ;o)
Naturalmente non parteciperò alla raccolta di Carolina e non credo di riuscire a fare altro in questi giorni...sorry :-/

Ingredienti:

300 gr. farina
1 uovo
12 gr. lievito di birra fresco
1 bicchiere di latte
25 gr. burro fuso

per farcire:
150 gr. zucchero semolato
la buccia grattugiata di un arancio
la buccia grattugiata di un limone

Sciogliere il lievito nel latte ed allestire un impasto con il resto degli ingredienti ( io ho messo tutto nel bimby per pochi secondi modalità spiga)
Stendere con l'aiuto di un matterello sfarinando bene il piano di lavoro.
Cospargere con lo zucchero e le bucce degli agrumi grattugiate, e arrotolare la sfoglia su se stessa.
Io faccio prima una metà, poi l'altra. Tagliare le rotelle allo spessore di un dito circa.
Friggere in olio di semi di arachide stando attenti a non farle colorire troppo. Lo zucchero caramellandosi troppo potrebbe diventare amaro.
Stampa il post

30 commenti:

  1. Bellissimi e sicuramente buoni questi datteri di carnevale! con l'arancia ed il limone ci piacciono troppo!
    bacioni

    RispondiElimina
  2. Sono buonissimi li conosco anche io, però io gli do una forma tipo grissino arrotolato, da noi li chiamiamo caramelle...questo si può dire no?? Pensa che quando allattavo un giorno li feci dose intera e me li mangiai paraticamente tutti...una goduria!!!

    RispondiElimina
  3. Nemmeno io conoscevo questo nome, ma a pensarci bene, neanche la preparazione.. Non si smette mai di imparare!
    Brava Antonella!
    Un bacione e buona notte!
    (ci sentiamo domani?..)

    RispondiElimina
  4. Che bella questa ricetta....è molot particolare e diversa dalle solite ricette...sai nemmeno la conoscevo .....brava buon weekend Luisa

    RispondiElimina
  5. mai sentiti!! devono essere deliziosisssimi Anto!!!!! te la copio questa ricettina ehehe

    baciniii!!

    RispondiElimina
  6. Mmmmm ma sembrano proprio buoni!!!! brava Anto ;-)

    RispondiElimina
  7. Non li conoscevo, ma sembrano squisiti...prendo appunti così li provo...bravissima...ciaooo e buon fine settimana!!!!

    RispondiElimina
  8. io li conosco come la torta di rose:-)
    Annamaria

    RispondiElimina
  9. Tutti fritti tutto fritto, che buoni!! Non li conoscevo ma ora si:)) Pronta per la pink night??? Ci sentiamo domani o anche stasera????Bacio

    RispondiElimina
  10. Certo qui un'Ornellaia non ci andrebbe :-)
    E non ci staremmo tanto a formalizzare neanche su come si possano chiamare: durerebbero meno della disquisizione sul nome :-D
    Buoniiii !
    P.s.: ieri è arrivata la Tupperwareeeeeeeee !!!
    Già sfruttata per impastare le "rose" (cooming soon sul blog di Claudia :-D)

    RispondiElimina
  11. Belli, Anto, non li conoscevo neanche io!
    Ieri ho fritto le frittelle...ma ora basta, non ne posso più di dolci fritti!

    Annamaria...da noi la torta di rose è un'altra cosa...e soprattutto non fritta.

    Paola...pink night???...mi solletichi il naso...!

    Buon carnevaleeeeeee!!!

    RispondiElimina
  12. mamma che buoni devono essere!!!
    non li conoscevo neanche io...ma li proverò al più presto!!!

    RispondiElimina
  13. Non li conoscevo...ma devono essere super!
    buon fine settimana!

    RispondiElimina
  14. Devono essere qualcosa di fantastico!!!
    Qui non li ho mai visti, sono sicura però di averli addocchiati da qualche parte....

    Oh mamma, mi viene una voglia di provarli!!!!!

    Brava Anto!!

    RispondiElimina
  15. a proposito..vedo che c'è il Lievito di Birra, ma non ci sono lievitazioni...
    Stranissimi!!!
    Mi sa che martedì mi toccano!!!

    RispondiElimina
  16. veramente carini e originali! E devono essere ovviamente buonissimi :-)

    RispondiElimina
  17. Che belli ! Non li avevo mai sentiti !

    RispondiElimina
  18. Belli questi datteri coriandoli...devono essere anche molto buoni...ne vorrei un paio, se me li mandi me li mangio volentieri!!!
    Un bacione Anto!!!!

    RispondiElimina
  19. Che bontà!! nella tua cucina si sfornano vere delizie, buona giornata

    RispondiElimina
  20. Manu e Silvia...grazie! :))
    baci

    Milla....siiiii caramelle si può dire! Ed è anche più indicato ;o)
    Ricordo anch'io la mia fame atavica in allattamento :D
    Bacioni

    Giulia...grazie mille!
    Smackkk

    Luisa...grazie! Buon week end anche a te carissima!!!:o)

    Sara...copia copia....ti piaceranno ;o)
    Bacioni

    Claudia...grazie mille!
    Bacio

    Lady Cocca....grazie!Sono contenta che li provi....poi fammi sapere ;o)
    Buon w.e.

    Annamaria....si in effetti la forma è la stessa, ma cambiano gli ingredienti e la cottura. Tra l'altro qui non c'è tempo di lievitazione, il lievito di birra serve solo a far gonfiare bene in frittura ;o)

    Paola...io sono pronta.....è Marco ad essere k.o. :(
    Ho mandato una mail a te e Giulia ;o)
    smack

    Jajo....l'Ornellaia no. ma un rosatino come ce lo vedi? :D
    Vado subito nel blog di Claudia ;o)

    Cindy...grazie!
    Basta fritti? Carnevale finisce martedì! :D
    Bacioni

    Kakawa...grazie!Sono contenta che li provi. Poi dimmi se ti sono piaciuti ;o)

    Simo...grazie!
    Buon w.e. anche a voi! ;o)
    Smack

    Morè...sono buonissimi.
    Il lievito serve solo per farli gonfiare bene in cottura.
    Fammi sapere ;o)

    Tortino...grazie mille e benvenuta! :o)

    Natalia...grazie.
    Un bacio

    Sara...se fossimo più vicine,te li porterei personalmente ;o)
    Bacio grande e buon fine settimana!

    RispondiElimina
  21. Eleonora...grazie mille!
    Un bacione e buon week end!:o)

    RispondiElimina
  22. CIao, scusa se arrivo solo ora, grazie pert avermi citata e linkata e..hai ragione sono buonissimi, originali per me un po' meno, ma troppo buoni.
    Dalle mie parti nelle MArche li chiamano arancini, ma........sai come li chiama mia mamma?
    Le castagnole di zia Maria .......le faceva sempre una vecchia zia, MAria appunto!

    RispondiElimina
  23. Blunotte...grazie di essere passata...sai cosa ho scoperto?
    A Bologna li fanno identici, ma senza lievito e le chiamano tagliatelle fritte! :D
    Buona domenica!!!

    RispondiElimina